” Nessuno legge poesie”

Scritto da AngelMir il 5/06/2011, 08:06.

Per sentire un estratto cliccare su:  nessunlegga Gli Angeli alle fermate sono inseriti nel programma del Festival della poesia di Genova e la serata del 23 giugno dalle 21 alle 24 oltre ad essere di supporto alla serata si esibiranno in una performance urbana ” Nessuno legge poesia”

La performance in realtà è iniziata 15 giorni fa quando gli animatori civici “angeli alle fermate” durante l’attività notturna alle fermate e sui bus di Genova e Bologna hanno fatto leggere le poesie degli autori del Festival alle persone che incontravano le registrazioni inframezzate dalle letture degli attori angeli saranno riprodotte lungo un itinerario stabilito che porta ai luoghi della notte della Poesia. Così nessuno legge poesia diventa tutti leggono poesia…..vi aspettiamo numerosi

3 commenti su “” Nessuno legge poesie””

  • 13 giugno, 2011, 09:22
    liana

    ciao a tutti. volevo condividere la poesia di un partecipante alla notte di poesia del 10 giugno alla Locanda Palazzo Cicala. è la poesia di un padre con il proprio bambino. un motivo toccante e caro alla grande poesia e ai generi più alti della letteratura che, pur nella semplicità e nell’intimità, mi sembra che questa poesia riprenda.

    325
    SERE E NOTTI DESERTICHE
    LA LUNA DISEGNA LE NUVOLE DI UNA BELLEZZA
    INATTESA
    CHI CAVALCA COSI’ TARDI LA NOTTE ?
    E’ IL PADRE CON SUO FIGLIO
    E’ LO SPIRITO DELL’AVVENTURA
    CHE CONTINUA
    IMPAGABILE
    IM-PA-GA-BI-LE
    LA LUNA DISEGNA LE NUVOLE DI UNA BELLEZZA
    INAUDITA
    UN PO’ COME LA FIOCCA LUCE DELLA LAMPADA NELLA MIA CAMERETTA
    TINTE GIALLE SPENTE SU POLVERE
    LIBRI CHE SI INCROCIANO IN PILE
    LENZUOLA E COPERTE CALDE PROFUMATE
    PER AFFRONTARE IL FREDDO DEL PRIMO MATTINO
    LA LUNA DISEGNA UNA GEOMETRIA VARIABILE NEL CIELO
    IRREGOLARE
    AL VENTO
    SILENZIOSE NOTTI D’INIZIO AUTUNNO
    TENEBRE PROFUMATE DI MOSTO
    SFUMATURE DI CALORE
    ENERGIA NOTTURNA
    CHI CAVALCA NELLE TUE PROFONDITA’ ?
    LA VITA

    UNO SCORCIO DI CIELO DIPINTO DI SCURI
    SORDI ECHI DI AEREI LONTANI
    COME L’ULTIMO AVVERTIMENTO DI CIVILTA’
    PRIMA DELLA MEZZANOTTE
    DOVE REGNA IL SELVATICO
    DOVE
    GLI ELEMENTI , GLI SGUARDI , I RUMORI
    SONO PRIMORDIALI
    DOVE
    QUESTA LUNA
    DISSETA L’ANIMA
    COME ACQUA FRESCA DI FONTE ALL’ASSETATO
    DOVE
    E’ DOLCE IL SONNO , LA VITA E L’ARSURA DELL’ANIMA DIURNA .
    (“Rovesci e colpi d’ala” di Paolo Bianchi)

  • 16 giugno, 2011, 06:58
    angelmir

    Grazie liana e grazie Paolo mentre la nostra notte della poesia è rimandata a giovedì 23 ma anche il 19 saremo attivi sempre accanto alla poesia a breve tutti i particolari

  • 16 giugno, 2011, 10:28
    MariAngela

    Grazie Liana!Tra l’altro proprio in questi giorni la luna è bellissima…Ci vediamo il 23 alla Notte!
    Un caro saluto,
    MariAngela

Scrivi un commento