DOVE SIAMO

BOLOGNA in attesa dei nuovi corsi e dei nuovi voli angelici
gli angeli sono attivi durante il Festival La Cultura in condominio 2013
GENOVA – al momento sospese le attività in attesa di un nuovo rilancio
Appuntamento con gli Angeli delle Fermate Quando l’attesa diventa incontro
Un progetto che nasce con l’intento di rendere più piacevole e sicura l’attesa alle fermate dell’autobus, tenendo compagnia a chi aspetta, e accompagnando anche a casa chi ne ha necessità | Una Testimonianza Angelica
“Angeli alle fermate” - foto di Rita Mengoli
Di Federico Dotta
Lo schermo luminoso alla fermata ci informa che il nostro autobus non passerà prima di 25 minuti.  Siamo colti dallo sconforto, fa anche freddo, è sera e la strada è semideserta.  Ad un tratto però, rimaniamo colpiti da una persona che si avvicina…incredibile, ha due ali bianche attaccate sulle spalle. Mah…andrà  ad una festa… E invece no, si avvicina a noi e inizia a parlarci, a tenerci compagnia, si presenta: è un angelo.
Gli “angeli alle fermate”, nascono a Bologna il 14 febbraio 2007 e arrivano a Genova nel maggio 2010; sono un gruppo di animatori dotati di due ali bianche sulle spalle e cartellino identificativo del comune, attivi in orario notturno nelle zone di Brignole, Sampierdarena, Caricamento e Piazza Principe, una sera a settimana dalle 21 alle 24.
Gli animatori accompagnano a casa persone sole, effettuando contemporaneamente attività di animazione attraverso il mezzo teatrale, recitando il proprio personaggio e interpretando il ruolo dell’angelo confidente, che sa ascoltare e riesce a creare momenti di coesione sociale, favorendo l’utilizzo del mezzo pubblico in orario serale.
Inizialmente, la durata del progetto era prevista fino a novembre, poi, visto l’esito positivo dell’iniziativa tramite le testimonianze dirette dei cittadini, il Comune ha deciso di prolungarla  fino a dicembre, attivando inoltre  un altro corso per volontari all’inizio del 2011.
Il Progetto è nato su proposta del Teatro dei Mignoli di Bologna all’Assessorato Città Sicura, che diretto dall’Assessore Francesco Scidone, si è dimostrato interessato ad avviare una sperimentazione. Il Teatro dei Mignoli ha trasferito la propria operatività a Genova grazie alla collaborazione dell’Associazione Culturale “La Stanza” che gestisce uno spazio aperto sul territorio di Cornigliano promuovendo attività culturali, laboratoriali e formative attraverso la valorizzazione del dialogo intergenerazionale e interculturale.
Dalla sinergia tra le due associazioni, dal contributo dell’Assessorato Città Sicura e dalla collaborazione di AMT è nato il progetto su Genova. Inoltre, dalla metà di maggio è stato attivato un corso di tre giorni aperto sia a volontari senza esperienza che a professionisti del settore sociale e teatrale, gestito da La Stanza con formatori del Teatro dei Mignoli tra cui l’ideatore del progetto e regista Mirco Alboresi, l’insegnante di teatro Andrea “Floppy” Filippini e la counselor Mara Silvestri; altri “Angeli professionisti” hanno affiancato gli angeli genovesi nelle prime tre uscite.
“Essere angelo vuol dire fare passare 5/10 minuti diversi dal solito alle persone che incontriamo alle fermate degli autobus – spiega “l’angelo” Stefano e continua – oggi essere ascoltati e creare comunicazione sociale leggendo, ad esempio delle poesie, è molto importante”. Anche Martina è un “angelo”, è contenta di ciò che fa per gli altri e ha iniziato per puro caso: “È bello fare cose che nella vita quotidiana non faresti mai. Lo suggerisco a tutti e poi ho iniziato questa attività per puro caso, trovandomi di sera alle fermate degli autobus”.
C’è poi chi, come Luca (un altro “angelo della notte”), riesce a trasmettere emozioni positive, ottenendo sorrisi dalla gente: “Sfrutto le mie doti di giocoliere”, ci confessa, sottolineando però che servirebbe maggiore sostegno da parte dei vari enti cittadini e non solo. “Bisogna confrontarsi con la realtà e c’è sempre bisogno di fondi”, conclude.
Un po’ di numeri.
In 20 uscite sono stati effettuati 80 report all’Assessorato Città Sicura e ad Amt, contattate 2000 persone circa (100 a sera) presidiato quattro fermate: Brignole, Sampierdarena, Caricamento, Piazza Principe dalle 21 alle 24, accompagnato a casa persone sole in difficoltà, distribuito materiale informativo vario tra cui 800 bollettini di volo e fatto compagnia a tante persone.
Gli operatori che lavorano a coppia, di solito uomo e donna, sono tra gli 8 e i 10 per sera, effettuano un turno unico dalle 21 alle 24 tutti i venerdì, sono 8 uomini e 8 donne di età tra i 20 e i 60 anni. Oggi gli operatori iscritti all’associazione ed attivi sono 16.
Genova, 21 dicembre 2010
PROSSIMO CORSO IN PROGRAMMAZIONE A MARZO 2011